it de en
Scoprire il Sonne in vacanza   
 

Chiese, monasteri e cappelle in campagna e in città

Visitate le numerose chiese e cappelle della regione turistica dell’Alto Adige e ammirate lo scontrarsi delle epoche dell’arte europea

 

Una mescolanza stravagante di componenti del nord e del sud condizionata storicamente - un affrontarsi delle grandi epoche dell’arte europea in Alto Adige. Adagiate artisticamente nel paesaggio, le numerose chiese, le cappelle e i monasteri nelle città e nei paesi, così come le sculture, i trittici in stile gotico e gli affreschi pregiati testimoniano un passato artistico, che saprà incantarVi.


CHIESE

Siusi allo Sciliar
"San Maria Ausiliatrice"
La vecchia chiesa parrocchiale sorge proprio nel centro di Siusi allo Sciliar. Edificata nel 1244, aveva un campanile romanico, ora rifatto e ricoperto di lucenti tegole rosse.

San Vigilio
Questa chiesa, costruita originariamente nel 1353 e in seguito distrutta dallo smottamento di roccia e terreno, fu ricostruita nel XV secolo. Assolutamente da vedere è l'altare del XVI secolo. Purtoppo non sono visibili le preziose opere scultoree, da tempo rimosse per sottrarle al pericolo dei furti. Interessanti anche le figure e le maschere che adornano i modiglioni.

San Oswaldo
L'omonima chiesa appare citata la prima volta nella storiografia del 1230. A quell'epoca risale infatti il campanile, mentre il coro, più tardo, è del 1400. In questa zona cresce la "stipa pennata", un'erba giallina, molto soffice e voluminosa, che viene usata abitualmente come decorazione per il cappello degli "Schützen" e per quello dei componenti della banda musicale. In entrambi i casi è una piacevole passeggiata.

San Valentino
È la chiesa senz'alto più fotografata della zona, sita in posizione panoramica, in un quadro scenografico unico. Eretta nel 1244, riporta sulle pareti esterne preziosi affreschi del XIV e XV secolo. Si raggiunge da Siusi per il sentiero nr. 7.


Alpe di Siusi

La Madonna di Fromm
Lungo la strada che porta all'Alpe di Siusi, proprio all'inizio del vasto altipiano, si trova il cosidetto "Frommerbild", minuscola cappellina che mostra un dipinto di Maria Ausiliatrice. La "Madonna di Fromm" è meta privilegiata di pellegrinaggi provenienti da Castelrotto e dintorni.

Cappelle sull'Alpe di Siusi

Zallinger (2.054 m)
Rifiugio Alpe di Tires (2.440 m)
Sciliar - rifiugo Bolzano (2.450 m)
Rifiugo Schlernboden (1.700 m)


Castelrotto

Chiesa parrocchiale di Castelrotto
Costruita ex novo nel 1846 presenta all'interno un altare maggiore tardo-classico (1882) con tabernacolo in marmo. La capella del campanile è il simbolo del paese. Dopo l'incendio del 1753, in cui la vecchia chiesa gotica andò parzialmente distrutta, si rese necessario provvedere ad una ricostruzione. Sorse così, al posto suo in monumentale campanile.

Il colle di Castelrotto
Le cappelle del Monte Calvario rappresentano un complesso di edifici sacri che si può considerare unico in Alto Adige. Dal paese, su rocce porfiriche, si snoda un sentiero che, con una successione di sette cappellette, conduce ai piedi della torre romanica. L'amena passeggiata consente di ammirare diversi gruppi scultorei raffiguranti alcuni momenti della Passione di Cristo.


Fiè allo Sciliar

La Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta
La Chiesa parrocchiale è una delle costruzioni tardogotiche più belle dell'Alto Adige, costruita ex nuovo negli anni 1515-1520. Ammirabile è l'altare a portelli creato dal maestro Narciso da Bolzano nel 1488, il pulpito con motivi Rocaille e l'organo del XVIII secolo. Il più vecchio pezzo dell'inventario è il crocifisso in stile barocco del XII secolo.

San Pietro sul colle
Menzionata per la prima volta nel 1371, ma le origini risalgono sicuramente al XII o XIII secolo. La chiesa caratterizza un portale a tutto sesto con architrave poligonale e le finestre a sesto acuto. L'altare a portelli è del 1510.


Bolzano

Dom zu Maria Himmelfahrt
Der mächtige gotische Bau des Doms erhebt sich an der südwestlichen Seite der Waltherplatzes. Der 65 Meter hohe Kirchturm gilt als Wahrzeichen der Stadt Bozen.




MONASTERI


Chiusa
Monastero di Sabiona
Sabiona è la culla spirituale dell'intero Tirolo e costituisce uno dei più antichi monumenti della regione. Oggi la rocca è sede di un convento di clausura di suore benedettine. Parzialmente visitabile tutti i giorni dalle ore 08.00 alle ore 17.00. Il convento non si può visitare.
La chiesa di Nostra Signora invece è aperta da aprile a metà ottobre ogni martedì e venerdì dalle ore 14.00 alle ore 17.00 e ogni sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00 (è neccesario prenotare presso l'Ufficio Turistico).


Bressanone

Monastero di Novacella
A Varna, presso Bressanone: da visitare sopratutto la chiesa di stile tardo-barocco, il chiostro gotico, la pinacoteca, il pozzo dei miracoli e la biblioteca con il suo prezioso arredamento in stile rococò. Opere pittoriche medioevali su legno di maestri contemporanei.
Aperto tutti i giorni eccetto la domenica e i giorni festivi, dalle ore 10.00 alle ore 11.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00.